Il Forex (Foreign Exchange Market) tra ieri e oggi



 

La Storia del Foreign Exchange Market meglio conosciuto come Forex

 

Inizialmente il Foreign Exchange Market nasce come mercato per coloro che operano nella compravendita di beni.

Questi soggetti necessitavano, in passato come oggi, di condurre transazioni internazionali con lo scopo di acquistare o vendere delle merci reali. Un acquirente di merci, per esempio, poteva dover pagare una data quantità di beni in una moneta diversa dalla sua.

Per fare ciò operava sul Forex letteralmente “convertendo” una data cifra di valuta nazionale nella valuta di un Paese straniero.

 

Il Forex tra ieri e oggi

 

Per chiarire il concetto immaginiamo che un acquirente italiano debba pagare delle merci importate dagli Stati Uniti: oggi dovrebbe convertire un quantitativo di Euro, moneta nazionale, nel corrispondente quantitativo di Dollari.

Per fare ciò avrebbe bisogno di condurre un’operazione sul mercato dei cambi esteri.

Ad oggi le transazioni di questo tipo sono scarse, o comunque sono la minoranza, perchè il Forex, negli anni, si è trasformato in un mercato ad alta speculazione.

I partecipanti concludono operazioni sui tassi di cambio con il mero scopo di trarre profitto e guadagnare il più possibile grazie alle oscillazioni del mercato. Le transazioni di questa tipologia sono più del 90% di quelle totali.

 

Il Forex negli anni ha continuato nella sua rapida espansione senza mostrare cedimenti o arresti. Oggi le operazioni di Forex trading avvengono ventiquattro ore su ventiquattro, per cinque giorni alla settimana.

 

La chiusura effettiva del mercato Forex avviene solo durante i week-end. Investitori, speculatori, forex broker, hedge funds, societa’ non prettamente finanziarie, piccole e grandi banche, singoli investitori, tutti questi partecipanti azionano i meccanismi articolati e complessi che permettono a tutta la struttura del Foreign Exchange Market di restare in piedi.

 

La determinazione del tasso di cambio, che nel mercato Forex è costantemente aggiornato, dipende anche dal tipo e dal numero di partecipanti attivi sul mercato. Inoltre, più il numero degli utenti cresce, più si moltiplicano esponenzialmente le possibilità per gli investitori di guadagnare grosse profitti forex.

 

L’altra faccia della medaglia è che anche i rischi sono sempre dietro l’angolo, ragione per cui essere accorti e soprattutto pronti ad imparare dai propri errori sono doti fondamentali per chiunque voglia intraprendere investimenti, anche minimi, nel mercato forex.

 

Attualmente il mercato noto come forex ha spalancato le sue porte non solo, come in origine, a soggetti facenti parte della cerchia dei grandi investitori ma anche ai “pesci piccoli”, dotati di capitali inferiori rispetto alle grandi compagnie o società d’investimento.

 

Facendo questo la possibilità di produrre profitti elevati è stata allargata anche a tutti coloro che possiedono un capitale di ordine medio o addirittura basso. Quella appena descritta è la causa di una moltiplicazione delle persone coinvolte nel cosiddetto “day-trading”, effettuato sui cambi esteri.

 

Da qui trae origine anche la crescita esponenziale delle compagnie di brokeraggio e dei siti web che offrono questi servizi d’investimento, garantendo un accesso al mercato a tutti i tipi di forex trader.

Summary
Article Name
Il Forex (Foreign Exchange Market) tra ieri e oggi
Description
Inizialmente il Foreign Exchange Market nasce come mercato che opera nella compravendita di beni. Con lo scopo di acquistare o vendere delle merci
Author
Publisher Name
www.bonusbroker.it
Publisher Logo