Come mettere un immobile a reddito?



In tanti fino ad oggi si pongono la seguente domanda: come mettere un immobile a reddito? Con l’articolo odierno cercheremo una volta per tutte di chiarirvi le idee.
Il possibile e potenziale acquirente davanti si ritrova con immense opportunità in termini di offerta. Entrando nello specifico, in poche parole, può senza alcun problema optare di valutare senza alcuna fretta l’investimento in cerca dell’occasione più appetibile. Ai tempi in cui ci troviamo per fortuna si acquista piuttosto bene, ma nel corso dei mesi si potrebbe sempre trovare di meglio. Le quotazioni infatti variano di consueto ogni sei mesi. Al momento il costo medio nel nostro paese stando a dati specifici di Nomisna ammonta a circa 1.943 euro al metro quadrato contro i 2.537 euro in termini reali di qualche anno fa. Un ribasso c’è stato ed è bello evidente.

Meglio vendere o affittare un immobile?

Personalmente ritengo che la mossa migliore sia affittare il nostro immobile, poiché potrà (se tutto va bene) restituirci un ricavo del 10% annuale del nostro investimento, e vi assicuro che non è affatto male!

Il miglior modo per affittare un immobile è senza dubbio quello di restaurarlo e renderlo più appetibile possibile ai vostri clienti, basterà anche meno di 10 mila euro per avere un risultato molto ingegnoso, non è escluso fare dei lavoretti fai da te (pitturarlo o magari abbellire l’immobile con qualche piccolo oggetto comprato a due soldi su ikea o altri negozi simili).

Se vuoi sapere di più sugli affitti ti consiglio di leggere questo articolo : Guadagnare con gli affitti

Riguardo la vendita vi consiglio di continuare a leggere il nostro articolo così da poterci soffermare nei particolari.

Come si fa a vendere nel miglior modo possibile?

Come mettere un immobile a reddito

Come mettere un immobile a reddito

Il percorso per arrivare alla vendita definitiva non è breve ed è per questo che c’è la necessità di essere costantemente attivi nel proporre il più spesso possibile l’immobile. E’ importantissima la modalità di presentazione dell’abitazione e bisogna sopratutto affidarsi a differenti canali per arrivare a più clienti possibili, sfruttando perché no le applicazioni che si possono tranquillamente utilizzare dai cari e amati smartphone o eventualmente da un qualsiasi tablet Android, iOS o Windows.
Gli esperti del settore fin da sempre hanno consigliato originalità e ricchezza nella descrizione e nelle foto dell’abitazione, che devono tassativamente essere di ottima qualità per far vedere nel miglior modo possibile l’immobile al contatto. Con moltissime offerte l’acquirente abbandonerà subito l’immobile che viene presentato con poche info.

Canali utili per vendere o affittare un immobile?

I canali utili sono sempre in evoluzione, prima di affidarvi ad una vera e propria azienda immobiliare vi consiglierei di valutare queste opportunità “fai da te”,  :

  • subito.it
  • gruppi Facebook dedicati
  • forum

NOTA BENE : questi metodi dovranno essere utilizzati perlomeno per farsi un’idea sul prezzo e sull’interesse dell’immobile, anche se senza dubbio il secondo passo è quello di affidarsi ad una azienda che appunto si assumerà tutti i rischi e inoltre pubblicizzerà il vostro immobile in alcuni siti dedicati , totalmente inaccessibili alla gente comune.

Quali sono i tempi di vendita da mettere in conto?

 tempi di vendita di un immobile.

Di solito si varia da un minimo di 7 mesi ad un massimo di 10 mesi, anche se le tempistiche dipendono sopratutto dal tipo di abitazione in vendita e sopratutto dalla zona, (se zona d’èlite o meno) ovviamente una casa al centro è molto più ricercata rispetto ad una in periferia. E’ strettamente importante non badare eccessivamente alle tempistiche, poiché un venditore troppo frettoloso è anche quello che guadagna meno.

Quale strategia adottare se non si riesce a vendere?

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di abbassare il più possibile il costo per andare incontro il più possibile alla domanda dell’acquirente. Ma questa mossa ha effetto solo ed esclusivamente se si parla di un immobile di qualità discreta. In diverse circostanze, infatti, se tanto dobbiamo essere sinceri lo sconto non potrebbe bastare perchè se una abitazione sta troppo tempo sul mercato perde parecchio appeal. La scelta migliore è dunque ridurre il costo dell’immobile oppure direttamente fare un piccolo investimento nella riqualificazione dell’esistente, una mossa che riguarda sicuramente la locazione ma anche la vendita.
Ecco a voi le migliori mosse su come mettere un immobile a reddito. Speriamo di esservi stati d’aiuto. Alla prossima.